• Slide ENG

 Questo sito è disponibile anche in italiano! Clicca qui per la versione italiana oppure vai in fondo al sito per cambiare lingua.

Young IAR

L’accademia Italiana di Rinologia è una Società Scientifica giovane nata dalla volontà di coagulare le varie anime della rinologia italiana. La base dell’Accademia è la condivisione delle esperienze tramite eventi scientifici. A tale scopo l’obiettivo è quello di attrarre giovani talenti in grado di recepire gli insegnamenti dei Maestri e aiutarli nel loro percorso formativo.

L’accademia Italiana di Rinologia è una Società Scientifica giovane nata dalla volontà di coagulare le varie anime della rinologia italiana. La base dell’Accademia è la condivisione delle esperienze tramite eventi scientifici. A tale scopo l’obiettivo è quello di attrarre giovani talenti in grado di recepire gli insegnamenti dei Maestri e aiutarli nel loro percorso formativo.

I migliori contributi verranno premiati nel seguente modo:

  • 1° Premio Comunicazione: 1500 €
  • 2° Premio Comunicazione: 1000 €
  • 1° Premio Poster: 500 €
  • Regolamento

    Scarica il regolamento ufficiale in formato .pdf da qui.

    Nota bene: per aprire il documento pdf è necessario Adobe Acrobat Reader o altro lettore di file PDF.

    In Memoriam Prof. Giorgio Sulsenti


    Prof. Giorgio Sulsenti

    Prof. Giorgio Sulsenti passed away on March 19, 2015. He left us in his own inimitable style, without a fanfare, but accompanied with his usual sense of humour and profound wisdom. He was born in Modica, one of the most beautiful cities in Sicily. The “island” was always in his heart, and soul, and specially in his Sicilian accent that never abandoned him.
    Prof. Giorgio Sulsenti graduated in Medicine and Surgery in Catania, and soon after, moved to Bologna where he specialised in both Otorhinolaryngology and Anesthesiology. His professional and academic career fully developed in Bologna. In the mid-sixties he visited Maurice Cottle in Chicago, and introduced Cottle’s concepts in Italy and in Europe. This marked the birth of modern rhinology in Europe under the guidance of many talented rhinologists (Masing, Montserrat-Viladiu, Guillen, Krajina, van Dishoek and the young Huizing, among many others) that followed Cottle’s philosophy. Soon, his practice surpassed all expectations and brought him patients from far and wide.
    In 1972 Prof. Sulsenti created the first Division of Rhinology in an Italian public hospital. In the late Seventies he pioneered international live-surgery rhinology courses in Bologna that attracted hundreds of colleagues from all around the world, with growing success until the mid Nineties. He acted as President of the European Rhinologic Society in the early ‘80s, and became an acclaimed international speaker in courses and conferences all around the world. He was the founder of the Italian Academy of Rhinology, and became the source of reference for the whole Italian rhinologic community. His teaching activity reached the zenith when he became the Chief of the ENT Department at Imola, Bologna. He organized several courses every year and his department was populated by national and foreign colleagues willing to improve their surgical skills in the rhinology. Prof. Sulsenti was a true innovator, and understood the limitations of dogmatic teaching. He incorporated the newest aesthetic rhinoplasty techniques into the well-established corpus of Cottle’s philosophy. The unforgettable excitement of his mid-eighties courses attended by Prof. Gene Tardy and Prof. Stammberger as guest speakers and surgeons remains emblazned in our memories. The newest techniques in rhinoplasty and endoscopic sinus surgery enthralled the audience for many days.
    On a personal level, Prof. Sulsenti was a highly charismatic person, a very strong personality blessed by a self-confidence that allowed him to win many battles, especially at a time when he was a kind of “lone wolf” in the domestic rhinoplasty arena dominated by general plastic surgeons. He placed his greatest demands on himself, and encouraged his colleagues to become masters of the technical aspects of rhinology and the ethical aspects of the doctor-patient relationship. We have both been fortunate to have had him as our professional mentor and a matchless peer during the trials and tribulations of life. He will always live in the hearts of those who were introduced by his passion and talent to the fascinating world of surgical rhinology.

    - Prof. Pietro Palma & Prof. Ignazio Tasca

    Presentazione Accademia IAR


    Prof. Paolo Castelnuovo


      La rinologia è oggi una disciplina matura con una specifica identità sia nelle aree di ricerca che nei  protocolli terapeutici  riguardanti le patologie infiammatorie, oncologiche, funzionali ed estetico-ricostruttive.

    L'Accademia Italiana di Rinologia / Italian Academy of Rhinology (IAR) nasce con l’obiettivo di coagulare le varie anime della rinologia italiana, che in questi anni ha offerto non solo occasioni di formazione professionale di alto contenuto formativo, ma si è anche affermata in campo internazionale come una realtà apprezzata e in continua evoluzione. Vogliamo dare un contributo attivo, responsabile e significativo allo sviluppo di questa disciplina, convinti dell'assoluta necessità di avere una forma societaria in campo rinologico che rappresenti, in forma inclusiva, le vere realtà rinologiche in Italia inglobando gli ambiti fondamentali (medico-citologico-chirurgico) e, in particolare in ambito chirurgico, gli indirizzi funzionale-endoscopico ed estetico-ricostruttivo. Siamo convinti che ricerca, formazione, training e capacità di attrarre giovani talenti faranno la differenza: dobbiamo anticipare il cambiamento per poter rafforzare il primato della nostra specialità accorpando tutte le forze disponibili con l'obiettivo di valorizzare esperienze, volontà e competenze. Coltiviamo l'ambizione di essere presenti e competitivi sulla scena internazionale mediante esperienze e credibilità solidamente costruite negli anni e creare i presupposti per attrarre nuove forze vitali che continuino il cammino intrapreso già da tempo da molti di noi. Questi obiettivi sono condivisi da moltissimi colleghi che mi hanno spinto a essere il catalizzatore di un processo ormai maturo.

    - Il "Former President" IAR, Prof. Paolo Castelnuovo

    Lettera ai soci


    Prof Matteo Gelardi


     Carissimi Soci IAR,


    Il Consiglio Direttivo riunitosi a Roma nel corso del nostro ultimo Congresso Nazionale mi ha voluto eleggere Vostro Presidente. Non vi nascondo la grande emozione che ho provato ma, nello stesso tempo, ho avvertito una consapevole responsabilità nell’accettare l’incarico assegnatomi. Succedere alla Presidenza del Prof. Paolo Castelnuovo non è cosa facile. Lui non solo e’ stato Presidente IAR, ma anche colui che ha FONDATO la nostra Accademia di Rinologia. La sua grande generosità ha fatto sì che ci fossero tante figure di “soci fondatori e co-fondatori”, ma tutti sappiamo che il vero Padre della IAR è lui. Conosciamo bene gli sforzi da Lui compiuti in questi tre anni di Presidenza, promuovendo la nostra IAR sia in ambito nazionale che internazionale, oltre che a dare grande visibilità alle nostre specifiche competenze, alle nostre ricerche scientifiche, ai risultati raggiunti. Lui oggi per noi non è un semplice “Former President”, lui rimane e rimarrà il nostro “Presidente Fondatore”. Pertanto chiederò a tutti Voi che si inserisse nello statuto questa figura “mancante” come segno di perenne riconoscimento. Questo potremo farlo, se sarete d’accordo, con l’aiuto di un notaio, in occasione del nostro prossimo congresso nazionale. Con il sostegno e le competenze del Consiglio Direttivo continueremo il percorso già intrapreso nei precedenti anni, confermando i progetti che hanno riscosso maggiore interesse (vedi corsi EOSSID, chirurgia su cadavere ecc), aggiungendone degli altri, compatibilmente con le risorse finanziarie disponibili. Sono sempre stato convinto che la rinologia è una branca complessa a forte impatto multidisciplinare. Quello che è sempre mancato alla rinologia è stata la “formazione” che invece è sempre stata attuata per gli altri “apparati” della nostra specialità (vedi scuole di specializzazione in audiologia, foniatria, società scientifiche, congressi nazionali). È necessario quindi recuperare questo “gap”. Oggi il rinologo o un Centro di rinologia deve avere competenze in ambito allergologico, immunologico, infettivo-oncologico e citologico. La nostra IAR ha le competenze, i link con Società affini e le risorse interne (almeno quelle umane) per formare giovani specialisti in modo da avere in un prossimo futuro una rinologia di altissimo livello. Il nostro prossimo congresso si terrà a Bari il 7 e l’8 Aprile 2016. Il giorno 7 sarà dedicato a dei corsi di formazione, mentre l’8 alla vera e propria giornata congressuale. In autunno riceverete tutte le informazioni inerenti ai corsi e ai temi che saranno trattati.

    Sarò, secondo statuto, per tre anni il Vostro Presidente. Il ruolo del Presidente è principalmente un ruolo di ascolto. I vostri consigli, necessità, progetti li porterò in Consiglio Direttivo affinché possano trovare il giusto accoglimento. Nell’attesa di incontrarvi, sicuramente a Bari, vi saluto con grande amicizia.

    - Il presidente IAR, Prof. Matteo Gelardi

    Subscribe to the newsletter